Notizie

PREMIO “MORE THAN PINK” DI ITALIACAMP E SUSAN G. KOMEN ITALIA

Anche nel 2018 Sisal si schiera al fianco di ItaliaCamp e quest’anno sostiene i Premi More Than Pink, progetto realizzato con Susan G. Komen Italia che promuove, attraverso tre specifiche call for ideas, l’emersione e la valorizzazione di progettualità innovative nell’ambito della salute e del benessere delle donne.
Le tre call for ideas, aperte sul sito www.italiacamp.com dal 18 maggio al 31 ottobre 2018, sono focalizzate sui seguenti temi: “Salute e Migranti” per far emergere progetti che promuovano la sensibilizzazione e l’informazione per la tutela della salute e l’accesso da parte dei migranti ai servizi sanitari e assistenziali; “Salute 4.0” per raccogliere progetti che favoriscano lo sviluppo di dispositivi digitali, tecnologie e servizi innovativi che, oltre a migliorare i processi di diagnosi e cura nel campo della salute delle donne, rendano più efficienti le infrastrutture e i modelli di governance del sistema sanitario pubblico e privato; “Salute e benessere nei luoghi di cura” per far emergere progetti focalizzati sulla realizzazione di interventi in alcuni luoghi di cura in Italia al fine di favorire il benessere (fisico, mentale e sociale) delle pazienti e dei loro caregiver.
Quest’ultima opportunità, nello specifico, è promossa in collaborazione con Sisal, che dal 4 giugno al 1 luglio 2018, lancia insieme a ItaliaCamp e Susan G. Komen Italia una campagna di raccolta fondi – attraverso donazioni libere, in maniera disgiunta dai prodotti e servizi offerti da Sisal – in tutte le ricevitorie a livello nazionale per sostenere la realizzazione degli interventi nei luoghi di cura. Sulla ricevuta sarà specificato il taglio di donazione prescelto che verrà interamente trasferito a ItaliaCamp, che coordinerà le attività volte all’implementazione degli interventi.
Maggiori informazioni: https://italiacamp.com/nesso/more-than-pink-2018/
 

GOVERNO. PISANI, ABBIAMO CHIESTO INCONTRO A CONTE PER UN TAVOLO DI CONFRONTO PERMANENTE, I GIOVANI VOGLIONO CONTARE DI PIU’

“I giovani vogliono contare di più; abbiamo scritto al Presidente Conte per incontrarlo e chiedere che il governo istituisca un tavolo di lavoro permanente sulle politiche giovanili”.
Così Maria Cristina Pisani, portavoce del Forum Nazionale Giovani, la piattaforma istituzionale che rappresenta 4milioni di giovani, apre una lunga intervista apparsa sul Quotidiano Nazionale in cui traccia il percorso di un progetto volto a favorire “una forte presenza dei giovani ai processi decisionali”. Il Forum Giovani, attraverso una lettera della Portavoce, ha chiesto oggi stesso un incontro al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Al tavolo porterà, tra le altre cose, la richiesta di attribuire presto la delega alle politiche giovanili e al servizio civile. La portavoce del FNG sottolinea che vuole lavorare su punti presenti nel contratto di governo, particolarmente rilevanti per il Forum come quello dell’ampliamento del diritto allo studio: “in un paese in cui solo il 9% degli studenti beneficia di una borsa di studio, rispetto al 27% della Spagna e al 30% della Germania, la nostra proposta è di destinare maggiori risorse per le borse, gli alloggi e i servizi in favore degli studenti”. Pisani spiega, infatti, che uno studente su quattro, pur riconosciuto idoneo per reddito e merito, non riceve supporti finanziari e intervenire su questa situazione rappresenta una chiave per combattere la dispersione scolastica oggi al 15%. Riguardo al tema del mercato del lavoro, Pisani spiega la linea d’azione del Forum articolata su due obiettivi strategici: “da un lato la riforma dei centri per l’impiego da trasformare in agenzie per i giovani in base al modello tedesco in grado di offrire interventi a tutto tondo che possano accompagnare il giovane durante il processo di inserimento lavorativo”. Dall’altro l’istituzione di un “fondo rotativo pubblico a garanzia del microcredito per sostenere l’Alta Formazione dopo la laurea”, un passaggio cruciale per garantire lo sviluppo di competenze e professionalità in grado di competere nella società della conoscenza. Da poco rientrata da New York, dove ha preso parte ai lavori dello Youth Dialogue delle Nazioni Unite, Pisani ha ribadito che il contributo dei giovani è necessario per elaborare “strategie pluriennali che consentano di affrontare i problemi con una programmazione ragionata e non con interventi mirati a rispondere alla singola emergenza”. Una visione che poggia sul risultato del lavoro fatto con il FNG e culminato, lo scorso mese, negli Stati Generali delle Politiche Giovanili, spiega Pisani, “a cui hanno partecipato più di 80 associazioni che aderiscono alla piattaforma; il frutto di quel lavoro e’ stato consegnato al presidente Mattarella”, sottolinea Pisani.

YOUTH FORUM FOR THE MEDITERRANEAN: APERTE LE CANDIDATURE

Lo Youth Forum for the Mediterranean, che si svolgerà dal 6 al 9 luglio 2018 a Tarragona, è una nuova iniziativa sostenuta dalla Union for the Mediterranean e dal Consiglio comunale di Tarragona, con il coinvolgimento attivo di organizzazioni giovanili provenienti da tutto il Mediterraneo.
Questa attività di 4 giorni riunirà 45 rappresentanti di organizzazioni, piattaforme e reti guidate dai giovani della regione euromediterranea per sviluppare progetti di cooperazione giovanile regionale in tre campi di azione:
• Empowerment delle donne;
• Occupabilità e occupazione giovanile;
• Sviluppo sostenibile.
Per partecipare, basta candidarsi tramite il link http://ufmsecretariat.org/youth-forum-mediterranean/
Scadenza il 10 giugno

PUBBLICATE LE NUOVE PROPOSTE DELLA COMMISSIONE EUROPEA PER I PROGRAMMI DEDICATI AI GIOVANI

La Commissione Europea ha appena pubblicato le sue proposte per il programma Erasmus post 2020, per lo European Social Fund Plus e il Justice, Rights and Values Fund.
Come dichiarato dal YFJ, un maggiore focus su una prospettiva globale e la volontà di raggiungere un numero maggiore di giovani sono entrambi segni di un Erasmus che si sta adattando ai cambiamenti globali. Tuttavia, tramite l’Erasmus si può fare ancora di più destinando al programma un budget maggiore. Nella prossima fase dei negoziati si chiederà agli Stati membri di aumentare ulteriormente il bilancio dedicato all’Erasmus.
È possibile leggere il comunicato stampa completo al seguente indirizzo: https://www.youthforum.org/bigger-and-better-youth-programmes-european-commission-you-can-do-more

LA NUOVA EU YOUTH STRATEGY: BUONI RISULTATI, MA IL LAVORO CONTINUA

La settimana scorsa la Commissione europea ha rivelato la sua proposta per la prossima EU Youth Strategy (EUYS), per i prossimi 9 anni (2019-2027). Dato che gli Stati membri voteranno la strategia alla fine di novembre, il cammino dei negoziati è appena iniziato.
Lo European Youth Forum ha accolto favorevolmente la proposta, riconoscendo che molte delle proposte formulate nell’ultimo anno e mezzo, sono state incluse nella nuova proposta.
Lavorando con gli Stati membri e la Commissione Europea, e grazie al sostegno delle organizzazioni della piattaforma europea, ci si augura di costruire insieme una forte strategia dell’UE per i giovani che coinvolga in modo significativo le organizzazioni giovanili e tutti i giovani.

YO!FEST2018 & EYE2018, IL FNG PRESENTE AL PARLAMENTO EUROPEO A STRASBURGO

Il 1 e il 2 giugno si è tenuto a Strasburgo, presso il Parlamento Europeo, lo European Youth Event, evento che ha visto la partecipazione di più di 8.000 giovani europei dai 16 ai 30 anni, che hanno condiviso le loro idee sul futuro dell’Europa discutendo con i membri del Parlamento e con altri decision makers europei.
Due giorni di dibattiti, workshop e simulazioni per discutere il futuro dell’Europa.
L’appuntamento ha avuto inizio con un dibattito in Emiciclo tra il presidente del Parlamento dell’Unione Europea, Antonio Tajani, e i giovani partecipanti europei.
In contemporanea, nella piazza antistante il Parlamento, si è svolto lo YO!Fest, organizzato dallo European Youth Forum e dalle associazioni partner che hanno presentato un fitto programma di attività incentrate sull’inclusione sociale, la rivoluzione digitale, la sostenibilità e la pace.
Tra i partner anche il Forum Nazionale dei Giovani, che ha partecipato con una delegazione di 20 ragazzi rappresentanti le associazioni della piattaforma, organizzando attività incentarte su partecipazione giovanile e lavoro.
Tra queste l’attività “UN Youth Resolution: transforming policy into solutions” all’interno del Parlamento europeo, dove si è parlato della “Youth Resolution” recentemente adottata dall’ONU, e “How do we guarantee the right to work?” tenutosi allo YO!Fest village, in cui si è affrontata la tematica del diritto al lavoro. Grande partecipazione anche alle attività del NO HATE che si sono svolte nel corso della seconda mattinata nella Fair Share Tent.

Consiglio Nazionale dei Giovani
Via Adige, 26 – 00198 Roma
Tel. +39 06 94523417