Categoria: Comunicati Stampa

GIOVANI: Il CNG lancia l’“Indagine sui fabbisogni formativi inevasi” – Assemblea Generale 17-19 giugno 2022, Savona

Roma, 20 giugno 2022 – Accompagnare i giovani verso i nuovi bacini di impiego di qui al 2025, identificando le professionalità necessarie per lavorare nei mestieri più richiesti dai principali settori produttivi, tra cui l’automotive, l’aerospazio e la salute. Questo l’obiettivo dell’“Indagine sui fabbisogni formativi inevasi e sulle competenze richieste dalla transizione digitale ed ecologica”, lanciata dal Consiglio Nazionale dei Giovani (CNG), in occasione di “GenerAzione Italia” l’annuale Assemblea generale tenutasi a Savona dal 17 al 19 giugno scorsi e dedicata ai temi della partecipazione giovanile, del lavoro, della formazione, della trasformazione digitale e della transizione verde.

Con un aumento del tasso di Neet di 1,8 punti percentuali per le donne e di 1,5 punti percentuali per gli uomini, dal 2019 al 2020, l’Italia si attesta terza tra i Paesi dell’area europea per numero maggiore di Neet con il 35% delle giovani e il 24% dei giovani disoccupati o inattivi (dati Eurostat). I giovani tra i 20 e i 24 anni senza un diploma di scuola superiore hanno inoltre quasi tre volte più probabilità di non avere un futuro nel mondo del lavoro rispetto a quelli con un’istruzione terziaria.

L’indagine si concentra su tre regioni campione, Piemonte, Lazio e Campania, e, anche alla luce dei suddetti dati, si pone l’obiettivo di cogliere gli elementi di innovazione tecnologica per declinare adeguatamente le figure da formare e le competenze da acquisire affinché siano “spendibili” nel mercato del lavoro regionale e nazionale, in ambito europeo e internazionale.

“La strada indicata all’interno della ricerca è quella di seguire la strategia di specializzazione intelligente, trovando collegamenti che mettano in presa diretta l’evoluzione delle strategie di specializzazione territoriali con i programmi formativi degli istituti tecnici e professionali” ha dichiarato Maria Cristina Pisani, Presidente del CNG. “Comprendere l’orientamento futuro delle aziende (anche quelle in transizione industriale) è fondamentale per creare percorsi formativi adatti ai giovani di oggi, eventualmente anche attraverso pratiche di skill forecast e di previsione delle competenze future, molto diffuse in altri paesi europei”.

La presenza del Cng a Savona – ha detto il Sindaco di Savona Marco Russo – è stata molto stimolante per la nostra città e per la nostra amministrazione che crede molto nel partecipazione delle nuove generazioni. Savona ha un Tavolo Giovani e il nostro Consiglio comunale si caratterizza per avere un alto numero di giovani e giovanissimi e questo ci aiuta ad avere un approccio basato non su politiche per i giovani, ma su politiche portate avanti insieme con i giovani. I ragazzi devono essere protagonisti di attività e iniziative, come è stato, ad esempio, per la candidatura di Savona a Capitale Europea dei Giovani, iniziativa da cui discende anche la tre-giorni Cng che si è appena conclusa in città. La cifra nelle politiche per i giovani deve essere quella dell’innovazione, solo così Savona tornerà ad essere un luogo in cui i ragazzi possono pensare di progettare il proprio futuro”.

“Dopo la candidatura della nostra città a Capitale europea dei giovani 2025 l’evento appena concluso è stato un altro importante passo verso una Savona più sensibile e accogliente verso le nuove generazioni. Tutto questo non vuole essere punto di arrivo, ma un punto di partenza di un percorso che porterà la nostra città a vincere la sfida generazionale” ha aggiunto il Consigliere comunale del Comune di Savona Luca Burlando.

I risultati dell’indagine forniscono indicazioni e orientamenti utili per le strategie di specializzazione regionale S3 per il settennio 2021-2027, unitamente alle risorse finanziarie e alle riforme introdotte dal PNRR, al rilancio delle Zone economiche speciali (ZES) e alla programmazione del Fondo Sociale Europeo 2021-2027 in ambito sia nazionale che regionale (POR e PON).

L’analisi del CNG riporta anche che, da un recente studio settoriale di Unioncamere e Anpal, nel settore “commercio e turismo” emerge attualmente una domanda di 568-698mila occupati nel prossimo quinquennio, determinata in prevalenza dalla necessità di sostituzione per naturale turnover, nel settore “salute” circa 500 mila unità e in quello “costruzioni e infrastrutture” circa 200 mila unità.

Secondo l’indagine, infine, nonostante l’affermazione dello smart working e del lavoro agile, non è pensabile scindere completamente il posto di lavoro dal domicilio del lavoratore. Pertanto, anche nel 2025, la prossimità all’impresa datrice di lavoro o ai clienti, per quel che riguarda il lavoratore autonomo/imprenditore, sarà ancora un elemento determinante, che trae forza anche dalla positiva contaminazione che le imprese in rete, un cluster o anche semplicemente un luogo di lavoro condiviso esercita sui suoi componenti.

Oltre a Maria Cristina Pisani, Presidente del Consiglio Nazionale dei Giovani, e Marco Russo, Sindaco della Città di Savona, all’assemblea generale di CNG sono intervenuti, tra gli altri: Daniele Frongia, Gabinetto Ministero per le Politiche Giovanili, Franco Vazio, Deputato della Repubblica, Tiziano Treu, Presidente CNEL,  e Giovanni Berrino, Assessore regionale della Regione Liguria.

L’ASSEMBLEA GENERALE DEL CONSIGLIO NAZIONALE DEI GIOVANI SI RIUNISCE A SAVONA: TRE GIORNI DI DEDICATI A LAVORO, DIGITALE E TRANSIZIONE VERDE

Da venerdì 17 a domenica 19 giugno alla Fortezza del Priamar a Savona, si svolgerà l’Assemblea Generale del Consiglio Nazionale dei Giovani, intitolata ‘GenerAzione Italia’ e dedicata ai temi della partecipazione giovanile, del lavoro, della formazione, della trasformazione digitale e della transizione verde.

“La presenza del Cng in città è molto stimolante per noi – ha detto il sindaco Marco Russo nel corso della conferenza stampa di presentazione di GenerAzione Italia – Il rapporto con il Consiglio Nazionale dei Giovani dà vita a modelli innovativi, anche sperimentali. Il nostro Consiglio comunale si caratterizza per avere un alto numero di giovani e giovanissimi e questo ci aiuta ad avere approccio basato non su politiche per i giovani, ma con i giovani. I ragazzi devono diventare protagonisti di attività e iniziative, come è stata, ad esempio, la candidatura a Capitale Europea dei Giovani da cui discende anche l’iniziativa che stiamo presentando oggi portata avanti dal consigliere Luca Burlando. La cifra nelle politiche per i giovani deve essere quella dell’innovazione, solo così Savona tornerà ad essere un luogo in cui i ragazzi possono pensare di progettare il proprio futuro”.

“Savona torna sul palcoscenico dei luoghi in cui vengono discusse le azioni necessarie per le politiche nazionali – ha aggiunto il vicesindaco Elisa Di Padova – e lo fa avendo come tema le nuove generazioni, già protagoniste del Tavolo savonese per i Giovani. Per una città come Savona con un evidente squilibrio generazionale tutto questo rappresenta una sfida. La cura e il rapporto con Cng sono per la nostra amministrazione qualcosa di prezioso, perchè ci aiuta ad avere dati e analisi aggiornati e a lavorare su quello spirito di innovazione che deve essere inteso anche in termini di attrattività”.

La presidente del Cng, Maria Cristina Pisani, ha dichiarato invece: Ringraziamo il Sindaco di Savona, Marco Russo, per aver ospitato in questa splendida città i lavori dell’Assemblea Generale del CNG, organo consultivo del Governo italiano, il vice sindaco Elisa Di Padova e il Consigliere Luca Burlando per lo straordinario lavoro fatto sin da subito insieme a noi. La candidatura della città a capitale europea dei giovani e’ stata infatti il punto di partenza di una collaborazione importante con un comune che ha deciso di scommettere sul protagonismo giovanile. È la ragione per cui abbiamo deciso di discutere in questi tre giorni anche di come questa amministrazione ha saputo creare nuovi strumenti di partecipazione giovanile ma anche delle opportunità che il nostro Paese può offrire alla giovani generazioni. Presenteremo infatti i risultati di una nostra importante indagine con cui abbiamo, a livello nazionale, voluto dimostrare la validità di un approccio previsivo e proattivo per accompagnare le giovani generazioni verso i nuovi bacini di impiego in un anno così importante come l’Anno europeo dei giovani.

LEGGI IL PROGRAMMA

 

SERVIZIO CIVILE, BORRELLI (AMESCI): “LA TRANSIZIONE DIGITALE DEVE ORIENTARE LA RIORGANIZZAZIONE DELL’INTERO SISTEMA”

“Il Servizio Civile non può restare indietro rispetto alle innovazioni che stanno attraversando i modelli organizzativi nella sfera pubblica e in quella privata e del Terzo Settore. Saper valorizzare i cambiamenti che l’emergenza sanitaria ha portato nella vita di tutti e nel servizio civile, significa avere la capacità di trasformare i rischi della crisi in opportunità”.

Così il presidente Enrico Maria Borrelli commenta la pubblicazione dei risultati della seconda indagine condotta dalla Fondazione Amesci per raccogliere il giudizio dei candidati sull’esperienza del colloquio online, esigenza nata dall’emergenza epidemiologica da Covid-19 per le situazioni in cui non vi fossero le condizioni di svolgerli in presenza e che piace ai giovani.

Tra il 29 marzo ed il 22 aprile è stato infatti somministrato via e-mail un questionario anonimo di gradimento, ad un campione rappresentativo di 1.448 giovani, sul totale di 6.505 candidati che hanno partecipato alle selezioni per i 181 progetti SCU di Amesci che si avvieranno a partire dal prossimo 25 maggio su tutto il territorio nazionale ed in 13 Paesi esteri.

Su 1.448 intervistati (888 ragazze e 560 ragazzi), il 98.6% ha espresso un giudizio positivo sull’esperienza del colloquio on-line (il 70,8% l’ha giudicata “molto buona” ed il 27.8% “buona”). Promosse anche le piattaforme web predisposte da Amesci ritenute accessibili dal 96.1% degli intervistati (“molto facile” 70.3% e “facile” 25.8%) e gli strumenti di supporto (Guida online, mail dedicata con risposta rapida, assistenza telefonica) utilizzati dal 58.3% dei candidati.

“Questi dati dimostrano quanto attraverso il web si possa far vivere un’esperienza positiva e assolutamente soddisfacente ai ragazzi che, molto spesso, si trovano ad affrontare una prima prova di colloquio selettivo. Una trasformazione digitale vera deve fare proprio questo: mettere la tecnologia al servizio di una maggiore sostenibilità e semplicità dei processi, e accessibilità degli strumenti” afferma Borrelli.

“La transizione digitale che attraversa trasversalmente gli obiettivi del PNRR ed ha ispirato la prima sperimentazione di Servizio Civile Digitale, deve orientare anche la riorganizzazione del servizio civile, sostenere con convinzione l’utilizzo degli strumenti tecnologici per favorire gli incontri tra i giovani, la selezione dei candidati e la formazione a distanza, semplificare la gestione quotidiana dei progetti e rendere, in questo modo, il servizio civile un terreno non solo di sperimentazione, ma di concreta applicazione dei principi che ispirano la transizione digitale” conclude il presidente della Fondazione Amesci.

Pisani-giuria-premio-cittadino-europeo-2022

Maria Cristina Pisani invitata a far parte della Giuria del Premio Cittadino Europeo 2022

La Presidente del Consiglio Nazionale dei Giovani, Maria Cristina Pisani è stata invitata a far parte della Giuria del Premio Cittadino Europeo 2022 promosso dal Parlamento europeo. Il Premio Cittadino Europeo accoglie le iniziative che contribuiscono alla cooperazione dell’UE e alla promozione dei valori comuni.

La Giuria nazionale sarà composta da:

  • almeno tre deputati al Parlamento europeo;
  • un rappresentante di un’organizzazione nazionale della società civile;
  • un rappresentante di un’organizzazione nazionale per la gioventù.

La Giuria si riunirà ed avrà il compito di esaminare le candidature ed individuare una massimo di 5 potenziali finalisti.

Tale lista sarà proposta alla Cancelleria del Premio, nel corso di una riunione online venerdì 20 maggio 2022 alle ore 10.

Pisani_convention-20-maggio

Maria Cristina Pisani invitata alla Convention organizzata dai Giovani Imprenditori Confartigianato

Venerdì 20 maggio alle 9:30 la Presidente del Consiglio Nazionale dei Giovani, Maria Cristina Pisani, parteciperà alla Convention organizzata dai Giovani Imprenditori Confartigianato. La Convention si svolgerà a Roma, presso l’Auditorium Antonianum, e avrà come titolo:“2022… Tocca a Noi!”.
Fiducia, ottimismo, speranza, ingegno, responsabilità sono i valori che ogni giorno gli imprenditori mettono in campo per affrontare le sfide del mercato, per migliorare le performance della propria azienda e conseguire risultati. Sono gli stessi valori che animano le imprese sportive.
Tale evento sarà dedicato ad una riflessione sul nostro Paese e sull’Europa, e in particolare sul ruolo della gioventù in questo periodo di cambiamento sociale. La Convention vuole essere espressione d’intraprendenza e positività che i Giovani Imprenditori rivolgono al futuro dell’impresa italiana, seppur in un periodo storico segnato da forte instabilità ed incertezza.

Sarà l’occasione per presentare alcune proposte alle Istituzioni, al Governo, alla Politica e ai media, in virtù dello sviluppo e del progresso del nostro Paese. E l’Anno Europeo dei Giovani è il momento perfetto per avanzare con fiducia e speranza in una prospettiva post-pandemica, mettendo al centro i giovani, quali attori e protagonisti del cambiamento e dell’azione.

Di seguito il programma dell’evento:

  • 9.30 Registrazione partecipanti
  • 10.00 Saluti Istituzionali

Intervengono:

Davide Peli – Presidente Giovani Imprenditori Confartigianato Imprese
Marco Granelli – Presidente Confartigianato Imprese
Rosa Gentile – Delegata al Capitale Umano e Cultura d’Impresa Confartigianato Imprese

  • 10.15Anno Europeo dei Giovani: persone e competenze per disegnare il lavoro di oggi e di domani”
    Véronique Willems – Segretario Generale SMEUnited
  • 10.25 “2022 Anno Europeo dei Giovani: Empowerment, diritti, formazione, opportunità”

Intervengono:

Fabiana Dadone – Ministro Politiche Giovanili
Maria Cristina Pisani – Presidente Consiglio Nazionale dei Giovani
Isabella Tovaglieri – Europarlamentare
Davide Peli – Presidente Giovani Imprenditori Confartigianato Imprese

  • 11.30 “Imprese e giovani: le sfide della primavera 2022, tra crisi energetica e guerra nel cuore d’Europa”

Interviene:

Enrico Quintavalle – Responsabile Ufficio Studi Confartigianato Imprese

  • 12.00 “L’Emergenza educativa in Italia : verso un modello di istruzione e formazione ‘a valore artigiano’”

Interviene:

Giulio Sapelli – Economista, Presidente Fondazione Germozzi

  • 12.30 “Ridiamo speranza e futuro ai giovani, restituiamo valore alla cultura!”
    Giovanni D’Antonio – Vincitore XXIX edizione delle Olimpiadi nazionali di Filosofia
  • 13.00 Light Lunch
  • 14.30 In ricordo di SEVERO GONELLA

Intervengono:

Rosa Gentile – Delegata al Capitale Umano e Cultura d’Impresa Confartigianato Imprese
Davide Peli – Presidente Giovani Imprenditori Confartigianato Imprese

  • 14.40 “Imprese sportive e imprenditoriali: innanzitutto, il senso della sfida”

I Giovani Imprenditori ne parlano con:

Antonio Rossi – Sottosegretario alla Presidenza con delega allo Sport, Olimpiadi 2026 e Grandi eventi di Regione Lombardia
Demetrio Albertini – Dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, Presidente del Settore Tecnico della Federazione Italiana Giuoco Calcio e CEO della Demetrio Albertini Srl
Daniele Cassioli – Pluricampione mondiale sci nautico categoria non vedenti, formatore
Simone Ciulli – Nuotatore italiano, vincitore della medaglia d’argento nella staffetta 4×100 m 34 punti uomini ai Giochi
paraolimpici di Tokyo 2020

  • 16.10 “L’Artigianato è Rock”

Interviene:

Lorenzo Baglioni – Cantante, attore e comico-autore

  • 16.40 Conclusioni

Interviene:

Davide Peli – Presidente Giovani Imprenditori Confartigianato Imprese

Visita la pagina Facebook.

Per maggiori informazioni leggi il Programma della Convention.

CNG-Futuro-Europa

IL CNG E IL PE LANCIANO L’EVENTO “IL FUTURO È TUO – IO RISPONDO EUROPA”

Domani, dalle 17 alle 19 si terrà a Roma, presso lo Spazio Vittoria in Via Vittoria Colonna 11 e in diretta streaming sui canali social del Consiglio Nazionale del Giovani e del Parlamento europeo in Italia, e su Ansa Europa, Repubblica.it ed Europa Today, l’evento “Il Futuro è tuo –Io rispondo Europa”.

L’iniziativa è promossa dal Consiglio Nazionale dei Giovani, nell’ambito delle attività svolte dal Cng per l’Anno europeo dei giovani, in collaborazione con il Parlamento europeo in Italia, la Rappresentanza italiana della Commissione europea e il Dipartimento Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

L’evento rientra nelle iniziative previste per la Conferenza sul Futuro dell’Europa, un’occasione unica per far partecipare i giovani ai processi decisionali nazionali ed europei con l’obiettivo di rispondere alle grandi sfide sul futuro dell’Unione e delle nuove generazioni. In questa occasione verrà presentato il report finale con le proposte raccolte durante le agorà locali organizzate dalle associazioni giovanili del Cng e poi elaborate dai giovani.

Diverse le tematiche affrontate:

  • ambiente, cambiamento climatico e trasformazione digitale;
  • economia, giustizia sociale e occupazione;
  • l’Ue nel mondo, democrazia europea, Stato di diritto e sicurezza;
  • istruzione, cultura, gioventù, sport e salute.

“In un momento storico particolarmente drammatico come quello che stiamo attraversando, in cui la pace in Europa e nel mondo è stata messa in discussione a causa del conflitto in Ucraina, è necessaria una risposta decisiva da parte della politica a tutti i livelli, nazionale, europeo ed internazionale”, ha dichiarato Maria Cristina Pisani, presidente del Consiglio Nazionale dei Giovani. Il Next Generation Eu, oggi più che mai, è un ottimo punto di partenza per raggiungere una visione comune tra gli Stati membri e per favorire la definizione di meccanismi di solidarietà per i Paesi più esposti. Per questo l’evento di oggi, e più in generale la Conferenza sul Futuro dell’Europa, rappresenta un’occasione cruciale per avviare un processo di consolidamento democratico dell’Unione, attraverso una più ampia e trasparente consultazione pubblica che possa dare spazio alla voce dei giovani e della società civile nella definizione delle priorità dell’Ue. Sarà fondamentale, ora, far sì che le istituzioni nazionali ed europee ascoltino le proposte emerse per rendere i giovani, e le organizzazioni giovanili che ne rappresentano le istanze, i veri protagonisti del cambiamento in atto, anche alla luce della crisi economica globale”.

 

Consiglio Nazionale dei Giovani
Via Novara n. 41 – 00198 Roma
Tel. +39 06 94523417