Categoria: Notizie

Premio Nazionale sull’Innovazione Digitale

Anitec-Assinform, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, ha dato il via alla terza edizione del Premio Nazionale sull’Innovazione Digitale”, diretta alle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado con la partecipazione di imprese, enti, ITS e associazioni culturali, il cui obiettivo è quello di promuovere e migliorare le competenze digitali della filiera scuola-impresa-famiglia. Il Premio è inserito nell’iniziativa “Repubblica Digitale” promossa dal Dipartimento per la Trasformazione Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

L’iniziativa intende:

  • far emergere e dar vita ad una rete di nuovi progetti promossi o realizzati dalle scuole, in modo da generare nuove partnership, tra scuola e aziende e tra le Istituzioni e l’Associazione Anitec-Assinform;
  • favorire la messa a fattor comune tra esperienze degli studenti ed il lavoro delle aziende, creando un ideale «passaggio di testimone»;
  • sostenere la diffusione della cultura digitale perché la tecnologia digitale è un forte abilitatore sia per i processi di insegnamento e apprendimento, sia per lo sviluppo delle nuove competenze digitali richieste dal mondo del lavoro.

 

Per concorrere al «Premio Nazionale sull’Innovazione Digitale» , i progetti presentati rientreranno nelle seguenti categorie:

  • ICT e disabilità: come il digitale favorisce l’inclusione.
  • Digital enablers: le nuove tecnologie per lo sviluppo dell’Innovazione nei settori dell’economia e nella società (IoT, big data, Intelligenza Artificiale, Blockchain, 5G).
  • Promozione della sicurezza del web e contrasto ai fenomeni di bullismo.
  • Digital & Data Science/Economia dei dati; la costruzione, l’analisi e l’utilizzo delle banche dati -secondo metodi statistici e scientifici, big data, tecnologie informatiche e tecniche di comunicazione- per la comprensione di un tema; la comunicazione dei risultati in un modo chiaro e che influisca positivamente sulle decisioni in un approccio interdisciplinare (scientifico e umanistico).

I progetti candidati delle scuole per essere compresi nella valutazione dovranno prevedere la presenza di almeno un’azienda del settore ICT, oltre a eventuale enti, ITS e/o associazione culturale.

Sarà un elemento di preferenza nella valutazione del progetto presentato dal team, la presenza di una o più studentesse.

 

L’iscrizione dovrà essere effettuata a partire dal 15 febbraio ed entro e non oltre le ore 12:00 del 10 settembre 2022. Il Progetto ideato dovrà essere inviato entro il temine perentorio delle ore 12:00 del 30 settembre 2022.

 

Sarà inoltre possibile collaborare all’iniziativa in qualità di Ambassador svolgendo un’attività formativa di carattere generale sui temi del digitale e delle skill tecnologiche.

Le modalità dettagliate di partecipazione sono indicate nel bando allegato oltre che nella sessione dedicata del sito associativo https://www.anitec-assinform.it/premio/premio-innovazione.kl.

Manifesto di StartNet Youth: le nostre idee per rivoluzionare la transizione scuola-lavoro

Il 13 maggio 2022 presso le Officine Cantelmo di Lecce, è stato presentato il “Manifesto di StartNet Youth: le nostre idee per rivoluzionare la transizione scuola-lavoro”, in occasione dell’evento organizzato da StartNet a cui ha partecipato anche la Presidente del CNG, Maria Cristina Pisani. 

Giovani, capaci, al servizio della comunità. Sono le ragazze e i ragazzi del Sud Italia che, attraverso la rete di StartNet Youth e sulla base delle loro esperienze nel sociale o nelle proprie start-up, hanno creato un Manifesto: una serie di proposte per migliorare i processi legati alla transizione scuola-lavoro, per contribuire in prima persona a ridurre il tasso di disoccupazione giovanile e per promuovere la consapevolezza nei propri coetanei sugli strumenti utili a costruire il progetto di vita.

IL MANIFESTO

Nel Manifesto, StartNet Youth presenta 9 proposte concrete al mondo delle istituzioni. Partendo da alcuni obiettivi dell’Agenda 2030, vengono contestualizzati e suggerite azioni migliorative per l’orientamento e i PCTO, per il mondo della formazione: docenti, famiglie, imprese, e per il ruolo dei giovani come changemaker, protagonisti della loro comunità.

Da oggi è possibile scaricare il Manifesto gratuitamente, scaricalo qui.

L’EVENTO

La presentazione del Manifesto di StartNet Youth, nel quale i giovani esplicitano le loro proposte per innovare i processi di orientamento e la transizione formazione-lavoro, è un’occasione per mostrare la partecipazione giovanile nell’ambito dell’Anno Europeo della Gioventù 2022. Per maggiori informazioni, invitiamo a visitare la pagina dedicata al nostro Manifesto sul portale europeo European Year of Youth.

Riguarda l’evento su YouTube.

SERVIZIO CIVILE, BORRELLI (AMESCI): “LA TRANSIZIONE DIGITALE DEVE ORIENTARE LA RIORGANIZZAZIONE DELL’INTERO SISTEMA”

“Il Servizio Civile non può restare indietro rispetto alle innovazioni che stanno attraversando i modelli organizzativi nella sfera pubblica e in quella privata e del Terzo Settore. Saper valorizzare i cambiamenti che l’emergenza sanitaria ha portato nella vita di tutti e nel servizio civile, significa avere la capacità di trasformare i rischi della crisi in opportunità”.

Così il presidente Enrico Maria Borrelli commenta la pubblicazione dei risultati della seconda indagine condotta dalla Fondazione Amesci per raccogliere il giudizio dei candidati sull’esperienza del colloquio online, esigenza nata dall’emergenza epidemiologica da Covid-19 per le situazioni in cui non vi fossero le condizioni di svolgerli in presenza e che piace ai giovani.

Tra il 29 marzo ed il 22 aprile è stato infatti somministrato via e-mail un questionario anonimo di gradimento, ad un campione rappresentativo di 1.448 giovani, sul totale di 6.505 candidati che hanno partecipato alle selezioni per i 181 progetti SCU di Amesci che si avvieranno a partire dal prossimo 25 maggio su tutto il territorio nazionale ed in 13 Paesi esteri.

Su 1.448 intervistati (888 ragazze e 560 ragazzi), il 98.6% ha espresso un giudizio positivo sull’esperienza del colloquio on-line (il 70,8% l’ha giudicata “molto buona” ed il 27.8% “buona”). Promosse anche le piattaforme web predisposte da Amesci ritenute accessibili dal 96.1% degli intervistati (“molto facile” 70.3% e “facile” 25.8%) e gli strumenti di supporto (Guida online, mail dedicata con risposta rapida, assistenza telefonica) utilizzati dal 58.3% dei candidati.

“Questi dati dimostrano quanto attraverso il web si possa far vivere un’esperienza positiva e assolutamente soddisfacente ai ragazzi che, molto spesso, si trovano ad affrontare una prima prova di colloquio selettivo. Una trasformazione digitale vera deve fare proprio questo: mettere la tecnologia al servizio di una maggiore sostenibilità e semplicità dei processi, e accessibilità degli strumenti” afferma Borrelli.

“La transizione digitale che attraversa trasversalmente gli obiettivi del PNRR ed ha ispirato la prima sperimentazione di Servizio Civile Digitale, deve orientare anche la riorganizzazione del servizio civile, sostenere con convinzione l’utilizzo degli strumenti tecnologici per favorire gli incontri tra i giovani, la selezione dei candidati e la formazione a distanza, semplificare la gestione quotidiana dei progetti e rendere, in questo modo, il servizio civile un terreno non solo di sperimentazione, ma di concreta applicazione dei principi che ispirano la transizione digitale” conclude il presidente della Fondazione Amesci.

la-storia-e-tua

Al via il progetto Unipolis “Bella storia. La tua”- candidature dal 10 giugno

Ha preso il via “Bella storia. La tua.” il progetto promosso da Fondazione Unipolis in collaborazione con diversi partner, tra cui ASviS, destinato a 50 studentesse e studenti che accedono al terzo anno della scuola secondaria di II grado nell’a.s. 2022/2023 nelle Regioni della Calabria e della Campania.

L’obiettivo del percorso è duplice: 

  • abilitare i giovani attraverso un percorso incrementale di supporto economico, empowerment personale e crescita culturale per acquisire un proprio spazio nella società;
  • promuovere l’uguaglianza socio-culturale, intercettando ragazze e ragazzi provenienti da contesti fragili, per offrire loro l’opportunità di valorizzare i propri potenziali e talenti.

Cuore del percorso di durata triennale è rendere i giovani più consapevoli, più proattivi, più abili tramite un’offerta di valore che si compone di quattro elementi: contributo economico, palestra di competenze, mentoring e community engagement.

La presentazione di “Bella storia. La tua” è avvenuta nel corso di un evento online che ha visto la partecipazione di Dario Franceschini, Ministro della Cultura, Massimo Recalcati, Psicoanalista, Marisa Parmigiani, Direttrice Fondazione Unipolis, Lucia Abbinante, Direttrice Generale Agenzia Nazionale per i Giovani. Andrea Gavosto, Coordinatore Gruppo di lavoro Goal 4 ASviS e Direttore Fondazione Giovanni Agnelli, Federico Mento, Direttore Ashoka Italia e Alessia Zabatino, Gruppo di coordinamento Forum Disuguaglianze Diversità hanno dialogato e dibattuto intorno al tema delle leve da attivare per liberare il potenziale dei giovani, moderati da Anna Franchin, Giornalista di Internazionale. A concludere l’evento è stato Pierluigi Stefanini, Presidente Fondazione Unipolis e ASviS.

Potranno iscriversi al bando, dal 10 giugno al 20 luglio 2022, le studentesse e gli studenti delle due Regioni che a settembre saranno ammessi al terzo anno delle scuole secondarie di II grado.

Leggi la Brochure del progetto.

 

Convocazione consiglio di presidenza CNG_Assemblea generale

Il CNG al Tavolo di lavoro del CNEL sul Mismatch tra domanda e offerta di lavoro

Presso il CNEL si è costituito il Tavolo di lavoro sul mismatch tra domanda e offerta di lavoro, a cui il Consiglio Nazionale dei Giovani partecipa con il Consigliere di Presidenza Michele Tridente. Il grave e attuale tema della mancata corrispondenza fra domanda e offerta di lavoro è, infatti, uno dei principali problemi che riguardano il mercato del lavoro in Italia.

Pertanto, il CNEL ha istituito un Tavolo con l’obiettivo di coinvolgere i principali attori, capire quali sono le effettive esigenze e individuare risposte concrete, anche alla luce delle ulteriori necessità connesse all’attuazione del PNRR.

Il CNG ha deciso, dunque, di partecipare a questo Tavolo per confrontarsi su questi temi e portare il proprio contributo all’interno del Gruppo di lavoro.

workshop

Partecipa anche tu al questionario sui temi del IX Ciclo del Dialogo dell’Ue con i Giovani!

E’ in corso il IX Ciclo del Dialogo dell’Ue con i Giovani, dal titolo “Un’Europa sostenibile e verde“.

Il Dialogo rappresenta un modo per garantire che il parere, i punti di vista e le esigenze dei giovani e delle organizzazioni che li rappresentano siano presi in considerazione nella definizione delle politiche dell’UE a favore della gioventù.

Contribuisce inoltre all’attuazione della strategia dell’UE per la gioventù 2019-2027 che si incentra su tre aspetti principali, “mobilitare, collegare, responsabilizzare”, e incoraggia la collaborazione tra i paesi dell’UE su tutti gli aspetti che riguardano i giovani.

Per rendere questo strumento il più efficace possibile, il Consiglio Nazionale dei Giovani intende consultare i giovani attraverso una serie di domande sui temi chiave del Ciclo in corso. 

Clicca qui per partecipare anche tu al questionario!

 

 

Consiglio Nazionale dei Giovani
Via Novara n. 41 – 00198 Roma
Tel. +39 06 94523417