Categoria: Mondo dei Giovani

Conferenza Nazionale per lo Sviluppo sostenibile – 21 giugno 2022

Presentare la SNSvS22, raccontare il percorso che ha portato alla sua revisione, riflettere sulle nuove forme di collaborazione: sono stati questi gli obiettivi principali della Conferenza Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile, che si è tenuta a Roma il 21 giugno e in diretta streaming, a cui ha partecipato il Consigliere di Presidenza del CNG, Francesco Marchionni. 

A 50 anni dalla Conferenza di Stoccolma e 30 dalla Conferenza di Rio, il 2022 rappresenta un momento importante per la centralità dello sviluppo sostenibile in Italia. Sarà infatti l’anno di avvio dell’attuazione della nuova Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile (SNSvS22), nonché l’anno che vedrà l’Italia presentare alle Nazioni Unite il proprio percorso per l’attuazione dell’Agenda 2030 presso il Foro Politico di Alto Livello.

La Conferenza Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile si pone dunque quale spazio di riflessione per presentare la SNSvS22, raccontare il percorso che ha portato alla sua revisione, avviato con la “Conferenza preparatoria” di marzo 2021, riflettere sulle nuove forme di collaborazione per la sua attuazione. La Conferenza sarà inoltre il momento in cui descrivere il processo di preparazione della Voluntary National Review (VNR), e delle revisioni volontarie locali (VLR) a essa collegate, che sarà presentata all’ONU nel prossimo mese di luglio.

Organizzata insieme al Forum per lo Sviluppo Sostenibile, che accompagna l’attuazione della SNSvS fin dagli esordi e che rappresenta circa 200 organizzazioni della società civile e degli attori non statali, la Conferenza rappresenta inoltre un momento di incontro tra tutti gli attori, istituzionali e non, che animano il processo.

Clicca qui e scarica il Programma della Conferenza

 

Premio-Invitalia-Giovani

Orientare l’orientamento per un rinnovamento del sistema – INAPP

Il 22 giugno, dalle 9.30 alla 13.30, l’Inapp ha organizzato il webinar “Orientare l’orientamento per un rinnovamento del sistema” a cui ha partecipato il Consigliere di Presidenza del CNG, Francesco Marchionni, che ha l’obiettivo di presentare il progetto di ricerca che l’Inapp, in partenariato con Geo (Centro di ricerca interuniversitario), l’Anvur (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca) e SInAPSi – Università Federico II di Napoli (Centro dei Servizi per l’inclusione attiva e partecipata degli studenti), ha avviato lo scorso 2 maggio.

La ricerca intende pervenire, da un lato, a una rappresentazione approfondita e articolata dei fabbisogni orientativi, con particolare attenzione alla fascia giovanile, dall’altro, a una fotografia dell’offerta al fine di configurare, nell’incrocio domanda-offerta, percorsi di orientamento innovativi.

Favorire l’occupabilità e accompagnare le persone nella gestione delle molteplici transizioni di vita, soprattutto in questo complesso momento storico, impone un ripensamento sulle politiche di orientamento, come sottolineato anche dal PNRR. Scopo del webinar era attivare una riflessione tra illustri stakeholder della materia.

L’evento si è articolato in tre specifici momenti: il primo, introduttivo, con i saluti istituzionali del Presidente dell’Inapp Sebastiano Fadda e la presenza di autorevoli rappresentati del modo politico e accademico: il Ministro dell’Istruzione Bianchi, il Presidente dell’Anvur Antonio Felice Uricchio e il Rettore delegato alla formazione insegnanti per la CRUI Pierpaolo Limone.

Nel secondo momento del webinar, Anna Grimaldi e Anna Ancora della Struttura Inclusione Sociale hanno presentato la relazione Inapp sullo stato dell’orientamento nel nostro Paese, sulla necessità di pervenire a un sistema integrato e sugli obiettivi e i contenuti della ricerca.

A seguire, una tavola rotonda tecnica di confronto tra esperti del settore coordinata dal Direttore generale dell’Inapp Santo Darko Grillo, che ha concluso l’evento.

Leggi il programma

 

CNEL – Consultazione pubblica dei giovani italiani

Oggi, la Presidente del Consiglio Nazionale dei Giovani, Maria Cristina Pisani, ha partecipato alla presentazione della consultazione pubblica dei giovani italiani promossa dal Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro e l’Edic, il Centro di informazione Europe Direct “Europa Insieme”, che si propone di ascoltare i giovani e raccogliere le loro idee e aspettative nonché il loro punto di vista su alcuni temi di attualità.

I giovani sono stati molto penalizzati nei mesi dell’emergenza sanitaria, dovendo rinunciare alla vita sociale, alla frequentazione degli amici, alle relazioni affettive. Nei 3 mesi del lockdown d’altro canto attraverso l’uso intensivo delle tecnologie e della comunicazione hanno consentito di sperimentare nuove forme di socialità, di didattica, di acquisto.

A differenze delle altre consultazioni già svolte dal CNEL questa rivolta a voi giovani sarà articolata in brevi questionari periodici e si svilupperà in un arco temporale più ampio, che parte a giugno, in via sperimentale, e proseguirà a settembre con la ripresa delle scuole.

La consultazione è rivolta principalmente ai giovani delle scuole secondarie di secondo grado e delle università di età tra i 14 e i 24 anni, ma è aperta a chiunque voglia partecipare.

Rispondi a poche semplici domande, ci vorranno solo 5 minuti.

Clicca qui per compilare il questionario

World Urban Forum – Networking Event – 29 giugno ore 16.30

Il Consiglio Nazionale Giovani, il 29 giugno, nell’ambito del World Urban Forum che si terrà a Katowice, ha co-organizzato l’evento “THE ABC OF WOMEN’S VISIONS AND PRACTICES FOR PROSPEROUS, INCLUSIVE, RESILIENT AND PEACEFUL URBAN FUTURES.”

L’evento riunirà i leader dei gruppi femminili e giovanili interessati, le organizzazioni di base, a livello internazionale, regionali e locali, diversi governi regionali, attivisti, ricercatori ed esperti di urbanistica, per scambiare pratiche e strategie giovanili e femminili per la promozione dei legami tra urbanizzazione, cultura e innovazione, come base per realizzare città e insediamenti umani inclusivi, sicuri, resilienti, pacifici e sostenibili. La crisi pandemica ha reso evidenti le questioni in sospeso e i problemi strutturali della sostenibilità. Per questo motivo, non è possibile riproporre vecchie ricette, ma è necessario sperimentare nuovi percorsi e individuare nuovi soggetti che li guidino. I partecipanti all’evento si confronteranno sulle nuove parole necessarie per interpretare luoghi, contesti, bisogni, in modo innovativo, per costruire una grammatica con cui strutturare azioni per le città che cambino la qualità della vita.

L’evento si propone, quindi, di arricchire la costruzione di una nuova GRAMMATICA e di un ABC per l’attuazione della Nuova Agenda Urbana e il raggiungimento degli obiettivi urbani dell’Agenda 2030.

Premio Nazionale sull’Innovazione Digitale

Anitec-Assinform, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, ha dato il via alla terza edizione del Premio Nazionale sull’Innovazione Digitale”, diretta alle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado con la partecipazione di imprese, enti, ITS e associazioni culturali, il cui obiettivo è quello di promuovere e migliorare le competenze digitali della filiera scuola-impresa-famiglia. Il Premio è inserito nell’iniziativa “Repubblica Digitale” promossa dal Dipartimento per la Trasformazione Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

L’iniziativa intende:

  • far emergere e dar vita ad una rete di nuovi progetti promossi o realizzati dalle scuole, in modo da generare nuove partnership, tra scuola e aziende e tra le Istituzioni e l’Associazione Anitec-Assinform;
  • favorire la messa a fattor comune tra esperienze degli studenti ed il lavoro delle aziende, creando un ideale «passaggio di testimone»;
  • sostenere la diffusione della cultura digitale perché la tecnologia digitale è un forte abilitatore sia per i processi di insegnamento e apprendimento, sia per lo sviluppo delle nuove competenze digitali richieste dal mondo del lavoro.

 

Per concorrere al «Premio Nazionale sull’Innovazione Digitale» , i progetti presentati rientreranno nelle seguenti categorie:

  • ICT e disabilità: come il digitale favorisce l’inclusione.
  • Digital enablers: le nuove tecnologie per lo sviluppo dell’Innovazione nei settori dell’economia e nella società (IoT, big data, Intelligenza Artificiale, Blockchain, 5G).
  • Promozione della sicurezza del web e contrasto ai fenomeni di bullismo.
  • Digital & Data Science/Economia dei dati; la costruzione, l’analisi e l’utilizzo delle banche dati -secondo metodi statistici e scientifici, big data, tecnologie informatiche e tecniche di comunicazione- per la comprensione di un tema; la comunicazione dei risultati in un modo chiaro e che influisca positivamente sulle decisioni in un approccio interdisciplinare (scientifico e umanistico).

I progetti candidati delle scuole per essere compresi nella valutazione dovranno prevedere la presenza di almeno un’azienda del settore ICT, oltre a eventuale enti, ITS e/o associazione culturale.

Sarà un elemento di preferenza nella valutazione del progetto presentato dal team, la presenza di una o più studentesse.

 

L’iscrizione dovrà essere effettuata a partire dal 15 febbraio ed entro e non oltre le ore 12:00 del 10 settembre 2022. Il Progetto ideato dovrà essere inviato entro il temine perentorio delle ore 12:00 del 30 settembre 2022.

 

Sarà inoltre possibile collaborare all’iniziativa in qualità di Ambassador svolgendo un’attività formativa di carattere generale sui temi del digitale e delle skill tecnologiche.

Le modalità dettagliate di partecipazione sono indicate nel bando allegato oltre che nella sessione dedicata del sito associativo https://www.anitec-assinform.it/premio/premio-innovazione.kl.

Manifesto di StartNet Youth: le nostre idee per rivoluzionare la transizione scuola-lavoro

Il 13 maggio 2022 presso le Officine Cantelmo di Lecce, è stato presentato il “Manifesto di StartNet Youth: le nostre idee per rivoluzionare la transizione scuola-lavoro”, in occasione dell’evento organizzato da StartNet a cui ha partecipato anche la Presidente del CNG, Maria Cristina Pisani. 

Giovani, capaci, al servizio della comunità. Sono le ragazze e i ragazzi del Sud Italia che, attraverso la rete di StartNet Youth e sulla base delle loro esperienze nel sociale o nelle proprie start-up, hanno creato un Manifesto: una serie di proposte per migliorare i processi legati alla transizione scuola-lavoro, per contribuire in prima persona a ridurre il tasso di disoccupazione giovanile e per promuovere la consapevolezza nei propri coetanei sugli strumenti utili a costruire il progetto di vita.

IL MANIFESTO

Nel Manifesto, StartNet Youth presenta 9 proposte concrete al mondo delle istituzioni. Partendo da alcuni obiettivi dell’Agenda 2030, vengono contestualizzati e suggerite azioni migliorative per l’orientamento e i PCTO, per il mondo della formazione: docenti, famiglie, imprese, e per il ruolo dei giovani come changemaker, protagonisti della loro comunità.

Da oggi è possibile scaricare il Manifesto gratuitamente, scaricalo qui.

L’EVENTO

La presentazione del Manifesto di StartNet Youth, nel quale i giovani esplicitano le loro proposte per innovare i processi di orientamento e la transizione formazione-lavoro, è un’occasione per mostrare la partecipazione giovanile nell’ambito dell’Anno Europeo della Gioventù 2022. Per maggiori informazioni, invitiamo a visitare la pagina dedicata al nostro Manifesto sul portale europeo European Year of Youth.

Riguarda l’evento su YouTube.

Consiglio Nazionale dei Giovani
Via Novara n. 41 – 00198 Roma
Tel. +39 06 94523417